My Image
My Image

Ultima revisione: 05-05-2021

T +39 0429 649150

CAPITOLI

Annito Quaglia (1930-2017) , terza generazione della sua famiglia di mugnai

1862, NASCE SULL' ADIGE
UNA NUOVA FAMIGLIA DI MUGNAI

Annito Quaglia ci porta indietro alla nascita di suo nonno Giuseppe nel vicino territorio di Sant'Urbano (PD), che gettò il seme della tradizione molitoria della famiglia Quaglia, oggi viva più che mai nella farina Petra.

Non abbiamo foto dell'epoca, solamente ricordi tramandati lungo le generazioni e storie di famiglia, che partono da un'iscrizione nel registro anagrafico del Comune di Vighizzolo d'Este (quello visibile nel filmato e oggi esposto all'ingresso del nuovo molino) per narrare di mondi e modi di vivere oggi difficili da comprendere.

La figura del mugnaio era uno dei cardini delle collettività di un tempo e la sua arte era essenziale per la sopravvivenza in luoghi e tempi difficili, come le paludi nebbiose della bassa padovana negli anni a ridosso del primo conflitto mondiale.

E proprio al di qua di quelle paludi, sulle rive dell'Adige a ridosso di Sant'Urbano, Giuseppe costruì tre mulini montando le pietre su chiatte ormeggiate nelle anse per sfruttare in modo sicuro la corrente del fiume.

Uno di questi mulini lo diede in dote nel 1913 al figlio Angelo, colui al quale la generazione attuale riconosce il merito di aver trasformato una startup dei primi del '900 in un'azienda organizzata per arrivare ad essere oggi l'artefice di un cambiamento profondo nel mondo della farina.