Pizza e cocktail, gli abbinamenti d’autore di 10 maestri toscani dell’arte bianca


Settembre, mese di ripartenze. Tra le novità di questo mese la Florence Cocktail Week, giunta alla 5° edizione (anche se spostata da maggio a settembre)...

CLIC > Slideshow     DOPPIO CLIC > Zoom


In onore alla sua artefice, Paola Mencarelli – nota tanto come donna da “coppa Martini” quanto come esperta dell’arte bianca – abbiamo chiesto a 10 maestri pizzaioli toscani di studiare un abbinamento con uno dei tre cocktail classici più amati al mondo: Negroni, Martini ed Old Fashioned. Ne sono uscite combinazioni molto particolari e golose. Eccole:


Giovanni Santarpia – Il mare sulla pizza & Cocktail Martini



«Ho scelto di abbinare una pizza che entra in forno con pomodorini gialli, una spruzzata di Grana Padano e appena un giro d’olio extra vergine d’oliva. In uscita, invece, si aggiungono la burrata, la salicornia e un po’ di bottarga di tonno grattugiata, nonché un altro giro d’olio extra vergine d’oliva. Si tratta di una pizza di mia invenzione, un po’ fuori dagli schemi, ma che si può ben legare a un cocktail come il Martini. Ho voluto chiamarla “Il mare sulla pizza”: in fondo, chi vuol cercare di innovare continuamente il mondo della pizza di qualità deve armarsi di curiosità ed essere sempre pronto a cercare accostamenti inusuali».


Gennaro Battiloro – Pizza PopEye & Whisky Sour



«Ho scelto il Whisky Sour, un drink fresco, perfetto da sorseggiare in una calda serata estiva. Lo prepariamo con Bourbon Whisky, succo di limone, zucchero ed albume. È sicuramente il cocktail protagonista dell’estate, lo abbino alla mia Pizza “PopEye” con fior di latte, spinacino novello, salsiccia a coltello di Cinta Senese, mayo alla barbabietola e nocciola tostata. In bocca c’è un bellissimo equilibrio, credo sia un abbinamento complementare ed intrigante».


Massimo Giovannini – La trota & cocktail Martini



«Il Martini, un grande classico fra i cocktail, ci piace per la sua eleganza e secchezza. Per questo abbiamo pensato di abbinarlo a una delle nuove pizze estive in carta da Apogeo: la Trota. Si tratta di una base bianca spicchiata su cui mettiamo fiordilatte, salsa tzatziki, la trota della Garfagnana marinata a crudo da noi e un’emulsione di rucola. Il sapore intenso del pesce crudo e la sua succulenza, la leggera piccantezza con nota amara della rucola si sposano assai piacevolmente con la parte glicerica del cocktail dando vita a un pairing perfetto».


Tommaso Vatti – Pizza con tagliata di Cinta senese & Negroni



«Ho pensato al Negroni, cocktail con origini fiorentine, perché sia l’alcool che la bollicina che si trova nel drink creano un gusto complice alla carne di cinta senese presente sulla pizza. Il gin distillato di cereali con solo ginepro dal gusto secco, il bitter amaricante e la dolcezza del vermouth si rendono complici, cordiale Roiboos mi allunga la bevuta e con le sue erbe toniche mi pulisce la bocca e mi disseta. La pizza con la tagliata di cinta senese sta diventando una vera icona di rappresentanza con il territorio in cui crediamo fortemente. L’abbinamento con un cocktail Toscana marca ancora di più il nostro legame con la tradizione Toscana».


Leggi tutto l'articolo>


Redazione Il Forchettiere
fonte:
https://www.ilforchettiere.it/pizza-e-cocktail-abbinamenti-autore/