Petra Antolini e la ricetta della pizza con coppa affinata nell’Amarone


Ha un’aria determinata, Petra Antolini. Ma non si tratta soltanto di un’apparenza, perché questa pizzaiola è una che si è fatta strada con energia e tenacia superando parecchi ostacoli e guardando avanti con caparbietà...

CLIC > Slideshow     DOPPIO CLIC > Zoom


Ecco perché il suo Settimo Cielo, ampio e luminoso locale a Pescantina nel veronese, è un posto che ha successo. Petra, classe 1980, arriva da un piccolo paese di montagna.

“Sono stata cresciuta da mia nonna e ho ben stampata nella memoria la focaccia che preparava nel forno a legna, profumata e fragrante.”

Sarà per questo, sarà per un carattere non semplice da domare, fatto sta che non senza difficoltà (i suoi avrebbero voluto che frequentasse ragioneria o magistrali) riesce a imporre il suo istinto e seguire la scuola alberghiera, lavorando anche in qualche ristorante della provincia:

“Vengo dalla cucina, ma mi sono buttata a capofitto nell’arte bianca. Quindici anni fa, quando ho iniziato, non c’erano scuole di formazione, così ho imparato sperimentando e interagendo con i colleghi, tra frasi come ‘si è sempre fatto così’ e nessuna base scientifica.”

La vita cambia con la frequenza all’Università della Pizza e con un progresso tecnico costante che le fa perfezionare uno stile tutto suo, fatto di grande attenzione a impasti e lievitazioni che si combinano a una solida esperienza di cucina maturata nel corso di varie vicissitudini di vita che precedono l’apertura di Settimo Cielo, il sogno realizzato di un locale di proprietà che avviene nel 2010, dopo aver conosciuto un anno prima Lorenzo Giacopuzzi, suo compagno di vita e lavoro: lui è un cuoco esperto e in coppia i risultati crescono.

Passano insieme un periodo difficile durante il quale Lorenzo è costretto a fermarsi a lungo per ragioni di salute, ma lo superano indenni. Nel 2017 Petra, coinvolgendo sei sue colleghe, fonda Donne di Pizza, Donne di Cuore: un’associazione che organizza eventi benefici a sostegno di donne e bimbi in difficoltà. La sua volontà di impegnarsi nel sociale la spinge a insegnare l’arte della pizza anche nel carcere di Rovigo. Oggi anche il più grande dei due figli di Petra, Kevin, lavora in pizzeria con lei e Lorenzo.


Le Pizze

Sebbene tra le sue proposte non manchino prodotti come un’ottima pizza fritta in degustazione, Petra è una cultrice della classica pizza tonda al piatto con un cornicione leggermente più pronunciato con differenti impasti, dal più classico con farina tipo 0, lievito madre naturale e acqua, olio extravergine d’oliva e sale all’integrale “tutto grano”, a un impasto con grano antico siciliano.

Di fatto, racconta Petra, “mi faccio ispirare dalla stagionalità e sulla base dello spirito che mi ritrovo ogni settimana creo dei ‘fuori carta’. Le mie pizze hanno sempre un carattere forte, mi somigliano e a volte la delicatezza non è la caratteristica che le distingue.


Leggi l'intero articolo>


Redazione Reporter Gourmet
fonte: https://reportergourmet.com/253956/petra-antolini-e-la-ricetta-speciale-della-pizza-con-coppa-affinata-nellamarone.html

La Maestra Pizzaiola Petra Antolini per le sue pizze utilizza le farine Petra 3, Petra 9, Petra 0106 HP Agricola, Petra Evolutiva...(ndr).


FUORI MAGAZINE
Iscriviti e ricevi per primo le novità.

 

PETRA srl - Vighizzolo d'Este (PD) IT03968430284