San Lazzaro di Savena, i “due spicchi” della pizza gourmet di Storiedipinte


Per gli esperti del Gambero Rosso (e non solo), quella di Francesco Oppido è fra le migliori pizzerie d’Italia

CLIC > Slideshow     DOPPIO CLIC > Zoom


A Bologna e Provincia ce ne sono 13 ma fra le 448 pagine della guida 2021Pizzerie d’Italia”, pubblicata dal prestigioso gruppo editoriale dedicato a food and wine, se ne contano ben 650 sparse su tutto il territorio italiano, da nord a sud. D’altronde, si sa, la pizza è da sempre sinonimo d’Italia.

Alla napoletana, all’italiana, a degustazione o al taglio, difficile scegliere la migliore: l’importante è che cottura (a legno o in forno elettrico), profumo e leggerezza siano perfetti. In molti casi il risultato è un vero e proprio capolavoro gastronomico nel quale gli occhi, e non solo il palato, si perdono nell’abbraccio fra materie prime di qualità e ingredienti autentici, a richiamare il sapore di tempi passati, ma anche accostamenti più moderni.

Volete una pizza gourmet degna del nome? Storiedipinte (da leggersi anche Storie di Pinte…l’incontro di Francesco con le birre artigianali è di lunga data).

Considerato uno dei pizzaioli-imprenditori più innovativi di Bologna e provincia, Francesco Oppido ha una storia che parte da lontano, da Crotone per l’esattezza, sua terra natale, dove a 13 anni era già su un furgoncino a preparare la pizza al taglio per fiere ed eventi. Ma la passione per l’arte bianca napoletana lo porta in Emilia Romagna: prima a San Lazzaro di Savena, nella provincia bolognese, dove inaugura Storiedipinte (www.storiedipinte.it) e l’anno successivo l’altro locale, stesso nome, ancora a Bologna (prima di questi due, Oppido aveva già fatto l’eccellenza con l’esperienza del Ranzani 13, nel cuore del capoluogo emiliano romagnolo). Più recentemente, poi, il suo marchio è approdato addirittura in Belgio, a Bruxelles, dove con la Brasserie Cantillon ha instaurato un’interessante collaborazione.

Storiedipinte è un tripudio di profumi, fragranze e materie prime di qualità. Se siete di quelli che “la vera pizza è solo margherita”, provate quella fatta qui, una piccola opera d’arte di semplicità; oppure fatevi tentare da quella fra le nuvole, cotta al vapore: alta, soffice e leggera con abbinamenti sfiziosi.

Difficile dire quale sia la più buona: la Fuori Norma con pomodorino giallo del Vesuvio, bufala affumicata, melanzane, basilico, pepe, scaglie di ricotta affumicata e olio extravergine di oliva o la Scrocchiarella con impasto crunch, sugo alla puttanesca, stracciatella, olio al basilico e origano selvatico? Niente male neppure quella che Oppido ha messo in menù in omaggio alla sua terra d’origine: la Krotone con fior di latte, zucchine, pancetta, ricotta, salame Napoli fumé e pepe.

Oltre alle pizze anche gli altri piatti usciti dalla cucina di Storiedipinte sono da provare: tartare rivisitata con scaglie di tartufo (in stagione ovviamente) e spolverata di pecorino in primis o l’immancabile “petroniana” servita anch’essa con sottili sfoglie del pregiato tubero.

Fra le new entry, la rosetta home made con mortadella.

Per finire, invece cannoli a volontà: piccoli o grandi non importa, addentarne uno farcito di morbida ricotta e granella di pistacchio è un’esperienza da non perdere. D’altronde buon sangue non mente: Francesco è pur sempre figlio di pasticceri.


Redazione Bologna 24 Ore
fonte:
https://www.bologna24ore.it/notizie/societa/2020/11/16/san-lazzaro-di-savena-i-due-spicchi-della-pizza-gourmet-di-storiedipinte


FUORI MAGAZINE
Iscriviti e ricevi per primo le novità.

 

PETRA srl - via Roma 49 - 35040 Vighizzolo d'Este (PD) Italia IT03968430284

PETRA srl - Vighizzolo d'Este (PD) IT03968430284

PETRA srl - IT03968430284